Libro “Tra estraneità e riconoscimento. Il sé e l’altro in Paul Ricoeur”

Di Chiara Castiglioni 3 anni fa
Home  /  Pubblicazioni  /  Libro “Tra estraneità e riconoscimento. Il sé e l’altro in Paul Ricoeur”

Il volume mette in evidenza la centralità del tema del «riconoscimento» nella filosofia del soggetto di Paul Ricoeur. Secondo la prospettiva fenomenologico-ermeneutica l’alterità risulta implicata a un livello originario e profondo nel processo di costituzione del sé. L’appartenenza primaria del soggetto a se stesso, caratteristica della prospettiva cartesiana, si ribalta nell’estraneità di un io costitutivamente decentrato da sé, la cui identità si trasforma nel compito lungo e faticoso del divenir cosciente, attraverso il riconoscimento in sé delle molteplici tracce dell’altro. Si disegnano i contorni di un percorso complesso, in cui il tema del riconoscimento, ripreso da Hegel, gioca un ruolo di primo piano insieme ad alcuni concetti-chiave ad esso strettamente correlati, quali in particolare quelli di dissimmetria, di prossimità, di distanza e di estraneità. Il dono e la traduzione diventano nell’ultimo Ricoeur emblemi del mutuo riconoscimento e pilastri per la costruzione di un’«etica dell’ospitalità e della gratitudine/reconnaissance» di estrema attualità per la filosofia pratica e politica contemporanea.

Scarica recensione 1
Scarica recensione 2
Prefazione
Indice
Acquista il libro

Category:
  Pubblicazioni
this post was shared 0 times
 000
About

 Chiara Castiglioni

  (22 articles)

Chiara Castiglioni, nata a Torino nel 1970, è laureata in Filosofia all’Università di Torino e ha conseguito il Dottorato di ricerca in Filosofia presso l’Università di Trieste. Nel 2012 pubblica il suo primo libro Tra estraneità e riconoscimento. Il sé e l’altro in Paul Ricoeur, Mimesis, Milano-Udine 2012. Nel 2015 consegue il Master in consulenza filosofica all’Università Cà Foscari di Venezia e comincia la sua attività di consulente filosofica in carcere, altri contesti e come libera professionista. Cultore della materia in sociologia e esperta in cooperazione internazionale (Master all’Università di Bologna e stage presso Unesco di Parigi) ha lavorato per diverse organizzazioni nell’ambito della cooperazione internazionale, dell’intercultura e della formazione. É cofondatrice e Presidente di Infiniti Mondi Onlus (www.infinitimondi.org), associazione di cooperazione internazionale e formazione, con cui promuove progetti di consulenza e pratica filosofica in carcere, scuole, associazioni, centri di formazione per adulti e immigrati, case di cura per anziani. È inoltre socia SFI, Società filosofica italiana (www.sfi.it) e socia di Aim Confil, Associazione italiana di consulenti filosofici con master universitario (www.aimconfil.net), di promozione della cultura della consulenza filosofica come professione. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il seguente sito personale di consulente filosofica: www.chiaracastiglioni.it